Il Giappone a Treviso… “Dai Samurai a Mazinga Z”

haiku

Saranno Mazinga Z, Goldrake e Jeeg Robot d’Acciaio in formato gigante  ad accogliervi all’ingresso della mostra: “Giappone. Dai Samurai a Mazinga”, in corso a Casa dei Carraresi, a Treviso.

Il Wabi sabi, la cerimonia del té, il bonsai, la festa dei ciliegi in fiore, l’ikebana, la calligrafia, il kabuki, il teatro No, l’eleganza nella disposizione del cibo, i grandi Samurai, le affascinanti Geishe, e potremmo continuare ancora a lungo tanto è interminabile l’universo giapponese!

Difficile quindi, anche per chi è a digiuno di cultura giapponese, non lasciarsi affascinare dalla straordinaria varietà del Sol Levante.

C’è tempo fino al  prossimo 22 febbraio per venirci a trovare e visitare così questa magica esposizione, curata da Adriano Madaro e Francesco Morena, che mette insieme opere appartenenti al periodo Edo (1603-1867), cinema, letteratura, anime (cartoni animati) e manga.

Assolutamente da non perdere: la collezione di antiche xilografie policrome opera dei maggiori “Maestri dell’Uiyo-e” e la seducente stanza rossa delle shunga (immagini erotiche).

E poi la generazione “Alabarda spaziale” non vorrà mica perdere l’occasione di trovarsi faccia a faccia con i mitici Super Robot!

Villa Ortensia b&b vi aspetta e vi dedica questo meraviglioso Haiku …

Il tetto s’è bruciato –

ora

posso vedere la luna

(Mizuta Masahide)

 

 

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.